Da oltre un secolo in Italia, abbiano osservato il giardino degli altri.

Abbiamo scrutato e valutato il giardino di noi altri connazionali ed poco ci interessava il giardino verde o giallo dell’atra Europa confinante, ne è nata una forma di gara legata alle infrastrutture e alla cultura generale e di vita. Chiaramente sulle infrastrutture e servizi, ce lo ripetono ogni anno i media con grandi titoloni, come se scoprissero qualcosa di nuovo, bhe! vince il nord, da sempre a parte i primi anni dell’unità d’Italia…. ma questo non lo commentiamo!
si vive meglio al Nord, ci sono strade, autostrade, ciclostrade, strade per la carriera, strade di tutti i tipi e misure, per tutte le aspettative… Segno di benessere, benessere generale!

Ma è al Sud che il benessere manca completamente, (non ci chiediamo il perché, manca e basta) manca in base a tutti i metri di valutazione e di indicazione di benessere generale, misurato in ricchezza personale e servizi alla cittadinanza, le città del nord come Gorizia, Aosta, Bolzano, ne prendiamo alcune che sono più a nord, sono in cima alle classifiche, Reggio Calabria, Enna, Crotone, Trapani, Cagliari, sono in basso alla classifica, hanno il giardino meno verde, anzi giallo bruciato, come il sole meridionale sa fare in modo naturale.

Ma anche in questo giallo deserto meridionale c’è una forma di benessere! Un benessere tipico meridionale, difficilmente esportabile al nord, neanche in modo forzoso, politico o economico. Dice una canzone di Oltello Profazio “Qui si campa d’aria”. Oltre ad essere una bellissima canzone con una bella melodia, è anche un testo che è un dato di fatto, al Sud si campa d’aria.

E’ un’aria quella meridionale piena di benessere, pura fresca o calda a secondo le stagioni ed i soggetti, ma pura. E’ quell’aria che secondo le valutazioni mediche ti fa campare di più ed in salute…. Per gli ospedali andate al nord se necessita.

Il benessere meridionale viene anche da una dieta mediterranea più facile da attuare, da prodotti più naturali, dall’aria non intrisa da cime e comignoli di fabbriche inquinanti. Il benessere meridionale è sancito dalle statistiche sull’invecchiamento, da dati medico-oncologici e quant’altro le statistiche nazionali sul benessere non valutano come unità di misura. Quasi si voglia nascondere che nel meridione ci sia qualcosa di buono, non vorremmo offendere gli abitanti del nord, dando qualche elemento di vittoria al Sud!!!! Aggiungiamo che la nostra arma è la pazienza, e l’indifferenza alle vittorie altrui, non ci interessa più di tanto se qualche volta qualcuno o qualcosa si progetti per il Sud… Noi ci siamo adattati… viviamo in un paese con libera circolazione, abbiamo basi lavorative anche la nord, sono secoli che ci chiamano per costruire il paese “Italia”! Veniamo o venivamo a lavorare nei campi come Terroni, nell’edilizia e nelle fabbriche ci intossichiamo, ci rodiamo il fegato e poi torniamo alle nostre assolate ed arieggiate case.

Il benessere meridionale sta nelle piazze dove i bambini futuri emigranti giocano felici, i vecchi si danno alle lucertolose cure di sole e alla briscola all’aria aperta, il benessere meridionale sta nella mamma o zia o vicina di casa che ti inonda l’ambiente circostante di odori e profumi golosi e sani, che ti chiama per mezzogiorno o cena, agli amici squattrinati pronti a brindare alla vita. Sarà che noi non abbiamo pianerottoli e con ci confrontiamo con inquilini, quindi ci conosciamo tutti e ci aiutiamo tutti! Questo è il benessere meridionale. Siamo forse degli illusi a credere ad un benessere del sorriso e del vivere meglio anche se stiamo peggio! .. Continuando a non osservare i giardini degli altri.. Francia, Svizzera, Austria, Germania tra l’altro confinanti….

confetture_marmellate_artigianaliBioverde in Calabria commercializza attraverso il sito http://www.bioverde.it una linea di marmellate e confetture utilizzando ricette tradizionali. La varietà degli agrumi, frutti, e prodotti naturali che il territorio del basso Jonio calabrese offre, sono gli ingredienti perfetti per creare prodotti buoni, sani e gustosi.. La linea confetture e marmellate della Bioverde si completa con una varietà di conserve speciali. ottime per accompagnare formaggi e vini, per preparare gustosi aperitivi ed antipasti.

Distillato di BergamottoRicordando le eccellenze del Sud, dove tutto è più buono e salutare, di un prodotto vi voglio parlare…. (citazione spontanea in rima)
Da oltre un secolo i nostri avi utilizzano un sottoprodotto (termine tecnico) del bergamotto, l’olio essenziale di bergamotto, per aromaterapia, come calmante, antidepressivo e antisettico.
dall’olio essenziale, attraverso un processo di filtrazione si produce un ulteriore sottoprodotto (ancora termine tecnico) il distillato di Bergamotto, che privo di Bergaptene, lo si utilizza per acne, anticaduta capelli e per quei fastidiosi dolori reumatici e muscolari.

Tutti questi prodotti sono in vendita sul sito www.tipical.it e sono garantiti dalla tracciabilità di filera “Originale Calabrese” ulteriori informazioni li troverete sul sito www.olioessenzialedibergamotto.it

Tornando al Distillato di Bergamotto, il sottoprodotto del sottoprodotto, sembra che più di frantuma il bergamotto è più è in grado di fare miracoli per la nostra salute, solo per battuta e senza offendere chi terrone non è, per voi che abitate in zone fredde, umide e piene di nebbia e smog, procuratevi questo prodotto, vi sentirete meno stressati, più clami e forse un poco più terroni…. (quest’ultimo è il più importante).

Un’altra “pillola” per raggiungere la perfezione vi è stata donata dal V/s Rocco Terrone, salutiamo gli amici e statemi bene… col distillato di bergamotto!!!

bergasterol, vendita

Il Succo di Bergamotto riduce il colesterolo, lo confermano studi universitari. Per acquistare quello buono, con gli agrumi di Calabria potete collegarvi al sito www.tipical.it

Il marchio commerciale è Bergasterol, www.bergasterol.it

Un’altra peculiarità del meridione baciato dal sole, per acquisti sani, naturali

Tipical.it per i prodotti tipici calabresi

Sono fruibili con vendita online sul sito www.tipical.it prodotti a marchio “Certficato di Eccellenza” e “Originale Calabrese”.
Nel sito solo prodotti di qualità come il berbamotto, succo di bergamotto, vino doc Bivongi, Peperoncino Calabrese e Vino “Greco di Bianco”

L’olio essenziale (rigorosamente calabrese) è alla base dei prodotti di Chanel, Guerlain, Dior e Lauder. Ma la lobby dell’industria chimica che tenta di imitarlo non gradisce…

Ci hanno provato in tanti: in California, in Brasile, in Argentina, in Africa. Ci hanno provato anche gli israeliani, che pure sono riusciti a cavar pomodori e lattughe dalle sabbie del Negev, che era come cavar sangue dalle rape.  Ma ovunque è stato un fiasco. Il Citrus Bergamia Risso, famiglia delle Rutacee, sottofamiglia Mesperidee, genere Citrus, meglio conosciuto come Bergamotto, nome che probabilmente deriva dal turco Beg armudi, “pero del signore”, è un agrume ostinato. E da che se ne ha notizia cresce spavaldo, turgido e magnifico, e nessuno sa dire bene perché, solo nella fascia costiera - un’ottantina di chilometri per una decina di profondità- che va da Villa San Giovanni a Monasterace, estrema propaggine della Calabria jonica reggina. Read more

prodotti tipici certificatiSpendiamo miliardi di euro ogni anno per la nostra spesa. Solo poco più del 4% di questa enorme massa di denaro rimane alle aziende meridionali. Questo è il principale motivo della mancata evoluzione economica della nostra terra. Read more

Non capisco questa società italiana… a volte credo di non essere in sintonia con i miei stessi Terroni. non si fa che parlare di ministeri della Repubblica da trasferire al nord.
E al Sud???
Perchè non si discute pure di un Ministero a Palermo o Napoli?
Se federalismo deve essere, deve esserlo per tutti!!!

A meno che tu non sia ala polo Nord, ti capita sempre di trovare un’altro Nord… Capita anche alla lega nord, che dalla svizzera i leghisti del luogo urlano “via gli italiano dal ticino” compresi quelli padani!! Ben gli sta allo sbruffone di Bossi!!!

Read more

Scriveva Giustino Fortunato: “Amico mio, adoperiamoci finchè l’Italia vivi e perduri, perchè soltanto due o tre secoli di unità possono, forse, redimere il Mezzogiorno”.

In effetti 150 anni non sono bastati, dopo aver depredato beni, e menti, oggi abbiamo un’Italia ricca come la Baviera a Nord, e la regione più povera d’Europa al Sud.

Pagina successiva →

Bad Behavior has blocked 149 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok